Giulia Quaranta Provenzano

Scrittrice, Poetessa e Fotografia d'Arte

Menu
a

Mio commento e articolo di C. Sgorlon su Rita Mascialino

Condivido pienamente quanto scritto da CARLO SGORLON su RITA MASCIALINO, Eccellente Critica Letteraria e d’Arte: la Prof.ssa Mascialino è Faro della Cultura, Insuperabile nel portare oggettivamente alla luce ogni Significato.

Lo scrittore Carlo Sgorlon ha scritto di Rita Mascialino e delle Sue Analisi dei testi letterari – dalla Pagina ‘Culturale Società & Cultura’ (Mercoledì 21 marzo 2001), Ritratto d’Autore, titolo dell’Articolo “MASCIALINO: LA METAFISICA DELLA CRITICA”:
<<(…) A me è venuta in mente l’immagine del geologo che scava lunghissime carote di ghiaccio nell’Antartide e, dagli strati della carota, ci sa poi dire mirabilia sulla storia geologica di quel continente (…)>>.
<<(…) Fissata la sua zona di scavo, Rita si sprofonda in essa in modi sterminati, fino al limite del pensabile, facendo appello a ogni possibile risorsa semantica delle sue conoscenze linguistiche. Qui è il luogo dove la Mascialino mostra ogni sua valenza. Dove noi vediamo significati semantici del tutto normali, lei scorge caleidoscopi di suggestive possibilità (…)>>.
<<(…) Quando noi siamo stanchi di seguirla e abbiamo il fiato grosso, lei continua ad addentrarsi imperterrita, dando segnali di avere appena incominciato a sondare la sua miniera (…)>>.
<<(…) Le frasi scelte per l’indagine, le strofe, i versi di cui si serve Rita sono un po’ il correlativo oggettivo del sacchetto di ossa, del pendolino, dei tarocchi, delle linee della mano usati dagli sciamani dell’Asia, dell’Africa o di casa nostra per ricostruire un mistero del passato (…)>>.
<<(…) Così ha analizzato una strofa di un canto gitano di Lorca, una lirica della Dickinson, un racconto di Poe, una tesi di Lutero (in latino), una frase dei ‘Promessi Sposi’ o un periodo de ‘Il trono di legno’ dell’autore di questo articolo. Il suo metodo è applicabile anche alle arti figurative (…)>>.


í