a
h 0

“Agosto

Un mese
meschino e falso;
torbido il superfluo,
estraneità labile che

vedrai, vedrai

insegnerà a mentire
poi, invecchiando
improvvisamente”.

Giulia Quaranta Provenzano