a
h 0

“Verrà,
tornerà

Il possente,
frenetico pensiero
che fa tremare questo mio
instabile sentiero
al fin d’oltrepassare quel stantio punto
d’imbroglio.

Qui dilaga il male turgido
della vita lesa e vilipesa
nelle scordate offese.

Oh ricamatori del tempo,
giunga adesso buona idea
a sciogliere lo scuro ammasso
d’iniquo.

La luce del tramonto sia
sulla scia del Bene pur se
cavalcata prima senza aver mesciuto”.

Giulia Quaranta Provenzano